Il Progetto Educativo 2010-2011

Da Settembre 2010 il Gruppo CB 1 si è trasferito presso la Parrocchia di San Pietro.
E’ in questa nuova realtà, sia parrocchiale che di quartiere, del tutto nuova, che la Comunità Capi deve calare le proprie attività rielaborando il proprio Progetto Educativo.
Avendo la necessità di comprendere e capire il nuovo contesto la CO.CA  ha ritenuto intitolare questo primo anno come l’anno della


SCOPERTA e della CONOSCENZA


per capire la realtà che ci circonda, le reali esigenze del quartiere e della parrocchia e i ragazzi che avremo di fronte.
Per questo motivo si è deciso di non redigere un vero e proprio progetto educativo, ma di creare le condizioni per poterlo elaborare a partire dal prossimo anno.
Quindi nel corso dell’anno faremo in modo di "conoscere gli altri", e "farci conoscere".
Il primo momento di conoscenza è stato quello di esaminare il censimento che la Parrocchia ha redatto e dal quale è risultato, in modo sicuramente non scientifico ed esaustivo, che il quartiere e la Parrocchia è inserita in un contesto medio-borghese, con presenza in prevalenza di impiegati e professionisti, nel quale, apparentemente, non sembrano esserci pesanti problemi di devianza giovanile, di droga o di particolari povertà. E’ ovvio che questa è solo una prima impressione che deve essere sicuramente verificata, specialmente se entreranno nel gruppo i ragazzi del quartiere.
Abbiamo colto con favore che un nostro rappresentante, nella persona del capo gruppo, sia entrato a far parte del Consiglio Pastorale Parrocchiale, ciò consentirà una più fattiva collaborazione ed un progressivo inserimento nelle attività della parrocchia e del quartiere, partecipando, ove possibile, e di volta in volta, compatibilmente con le esigenze del gruppo, alle attività già programmate.
Infatti, per quest’anno, abbiamo ritenuto più opportuno, laddove possibile, poter dare una mano ed un contributo in termini operativi ed organizzativi alle attività che saranno svolte dalla Parrocchia e di proporre, in occasione della giornata del pensiero, se del caso, di vivere con noi i temi della stessa coinvolgendo i residenti nel quartiere e la parrocchia nell'attività che sarà organizzata.
Altro momento di aggregazione potrebbe essere quello della festa dei SS Pietro e Paolo, il 29 giugno. Cercheremo di capire come viene organizzata e le attività che vengono svolte in tale occasione, per verificare un nostro coinvolgimento diretto.
Nell’ottica della scoperta e della conoscenza, i programmi di unità, pertanto, saranno orientati alla scoperta del quartiere ed alla partecipazione delle diverse unità e della CO.CA., alle attività della Parrocchia, anche organizzando attività all'aria aperta per far notare la nostra presenza, come ad esempio missioni quartiere.
Per questo anno, inoltre, abbiamo ritenuto importante nell’ottica di un sempre più forte radicamento nel quartiere, di accogliere preferibilmente i ragazzi del quartiere o che frequentano la Parrocchia, facendo però attenzione a garantire la verticalità delle unità, anche in una prospettiva di breve medio termine nella quale, e ciò è confermato da i primi segnali, dovesse verificarsi un aumento considerevole delle iscrizioni.
E’ stata valutata positivamente la proposta di effettuare il Campo di Gruppo, per rinsaldare ancora di più lo spirito di gruppo e di appartenenza. Vi sono diverse problemi da affrontare quale quello di una data che vada bene per tutti, tenuto della scelta dei ragazzi del clan che durante l'anno passato hanno espresso la volontà di partecipare alla Giornata Mondiale della Gioventù che si terrà a Madrid dal 16 al 21 Agosto 2011. Sarà compito dei Capi Gruppo proporre un tema comune su cui lavorare insieme fino al campo e fare una proposta operativa.